news blog

Dopo le quote latte e le quote zucchero, dal 31 dicembre scorso in Unione europea è stato abolito anche il regime dei diritti di impianto dei vigneti, sostituito dal 1° gennaio 2016 con un nuovo sistema di autorizzazioni che rimarrà in vigore sino al 31 dicembre 2030. Le nuove autorizzazioni Da quest’anno, dunque, i viticoltori che intendono impiantare un vigneto non dovranno più possedere o acquistare i diritti di impianto. Dovranno invece avere un’autorizzazione di impianto o reimpianto dal Ministero per le politiche agricole. Le autorizzazioni sono concesse gratuitamente, hanno una durata massima di tre anni e non sono trasferibili né a titolo oneroso né a titolo gratuito. Il limite di ettarato dell’Italia Per evitare che le superfici vitate esplodano, ogni Stato può concedere autorizzazioni fino a un massimo dell’1% annuo della superficie vitata nazionale. L’Italia può assegnare ogni anno autorizzazioni per circa 6500 ettari. Se le richieste di autorizzazioni ammissibili risultano inferiori a 6500 ettari, vengono tutte accettate. Se invece le richieste sono per un numero maggiore di ettari, sono concesse in proporzione in base a criteri di priorità che sono ascrivibili a: Giovani produttori Requisiti ambientali Ricomposizione fondiaria Sostenibilità economica Incremento della competitività aziendale e territoriale Incremento della qualità dei prodotti Doc e Igp Aumento della dimensione dei piccoli vigneti Periodo di presentazione delle domande Le domande di autorizzazione vanno presentate al Mipaaf dal 15 febbraio al 31 marzo di ogni anno in modalità telematica nell’ambito del SIAN. Reimpianto nella stessa azienda I viticoltori che estirpano un vigneto dopo il 1° gennaio 2016, chiedono e ricevono automaticamente l’autorizzazione a effettuare il reimpianto, che può essere concessa anche prima dell’estirpazione, purché questa avvenga entro 4 anni dalla data del nuovo impianto, così non diminuisce la superficie vitata in produzione. Chi espianta senza reimpiantare Nel precedente regime questa tipologia di viticoltore maturava diritti al reimpianto che poteva vendere a terzi. Nel nuovo sistema in vigore dal 1° gennaio 2016, invece, il viticoltore può chiedere autorizzazione all’impianto che però non è cedibile a terzi. In caso di mancata richiesta di reimpianto, l’autorizzazione decade e l’ettaro corrispondente viene perso. È chiaro che molti viticoltori anziani dopo l’espianto non effettuano il reimpianto, e senza la possibilità di vendere i diritti come era per il passato regime, si potrebbe verificare una certa erosione del patrimonio viticolo nazionale. Che fine fanno i vecchi diritti? In Italia sono circa 40.000 gli ettari interessati a diritti di impianto che i possessori non hanno esercitato entro il 31 dicembre 2015. A questi viticoltori con diritti di impianto ancora validi, viene data la possibilità di convertirli in autorizzazioni sino al 2020. Aiuti alla ristrutturazione Dal 1° gennaio 2016 solamente le autorizzazioni al reimpianto potranno essere utilizzate per ricevere l’aiuto, mentre gli impianti legati alle nuove autorizzazioni dovranno essere effettuati interamente a spese del produttore. Roberto Bartolini Roberto Bartolini Laureato in agraria all'Università di Bologna, giornalista professionista dal 1987, ha lavorato per 35 anni nel Gruppo Edagricole di Bologna, passando dal ruolo di redattore a quello direttore editoriale. Per oltre 15 anni è stato direttore responsabile del settimanale Terra e Vita. Oggi svolge attività di consulenza editoriale e agronomica, occupandosi di seminativi e di innovazione tecnologica. Altri articoli di Roberto Bartolini Condividi questo articolo: Facebook 1524 Twitter 0 Google+ 0 LinkedIn 11 Tag in questo articolo: vignetidiritti di impiantoautorizzazioni di impianto Articoli Correlati 0 Pac, Psr, News 3 mesi ago Incentivi per gli investimenti delle aziende agricole: il bando 4.1.01 dei PSR Lombardia Incentivi per gli investimenti delle aziende agricole: il bando 4.1.01 dei PSR Lombardia Mancano ancora due settimane per il bando 4.1.01 dei PSR Lombardia che incentiva gli investimenti delle aziende agricole della Regione Pac, Psr, News 6 mesi ago Risparmio energetico e ristrutturazioni in edifici rurali: i benefici fiscali scadono il 31 dicembre 2015 Risparmio energetico e ristrutturazioni in edifici rurali: i benefici fiscali scadono il 31 dicembre 2015 La legge di stabilità ha prorogato solo fino al 31 dicembre 2015 i benefici fiscali sinora previsti per gli interventi 2 Pac, Psr, News 12 mesi ago La riserva nazionale per giovani e nuovi agricoltori La riserva nazionale per giovani e nuovi agricoltori Per ognuno dei sei anni nei quali sarà in vigore la nuova Pac (2015-2020), l’Italia avrà a disposizione circa 66 2 commenti Scrivi un commento Alejandro Alejandro 5 gennaio, 2016, 21:55 Perché il governo non ha imposto prezzi massimi sugli acquisti di diritti vigneto prima di 31 dicembre 2015? I prezzi sono diventati osceni. Rispondi a questo commento Liborio Liborio 6 gennaio, 2016, 22:50 Viene espropriato il proprio diritto vigneto possibilmente acquistato con sudore Rispondi a questo commento Scrivi un Commento il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato. I campi richiesti sono contrasseganti da* Commento* Nickname* E-mail* Website Cerca Articoli recenti Vedi altri PSR Lombardia: via al bando per gli aiuti ai giovani agricoltori PSR Lombardia: via al bando per gli aiuti ai giovani agricoltori Due giorni prima del Natale 2015 la leggi tutto gennaio 7 Vigneti, aboliti i diritti di impianto. Parte la liberalizzazione controllata Vigneti, aboliti i diritti di impianto. Parte la liberalizzazione controllata Dopo le quote latte e le quote leggi tutto gennaio 5 Anticipo 70% Pac 2015: cosa dice la circolare Agea pubblicata due mesi fa Anticipo 70% Pac 2015: cosa dice la circolare Agea pubblicata due mesi fa Il 2 novembre 2015 Agea ha inviato leggi tutto gennaio 4 Pac: i vincoli per le azotofissatrici utilizzate nelle aree ecologiche (EFA) Pac: i vincoli per le azotofissatrici utilizzate nelle aree ecologiche (EFA) Le aziende agricole che hanno più di leggi tutto gennaio 2 Banner Tag Cloud agricoltura di precisione Agrium Alessandro Rossi ali gocciolanti allevamento bandi PSR Bayer Crop Science biogas calcolo aiuti Pac calcolo titoli pac contoterzismo cover crops diserbo erba medica Filippo Lascialfari frumento giovani agricoltori grano duro greening Kultistrip Kverneland macchine agricole mais Mauro Agosti minima lavorazione nuova Pac Pac 2014 novità pac 2015 pac 2015 novità PAG pagamenti diretti Piani Sviluppo Rurale Progetto Agronomico Globale PSR 2015-2020 PSR Emilia-Romagna PSR Lombardia PSR Marche PSR Toscana PSR Veneto semina su sodo seminatrici sodo soia sorgo strip-till

Galleria immagini


Logo footer

Ambrosini Immobiliare
Via Roma, 41 Pietradefusi (Av)
P.Iva: 03619500262
3477727109
info@ambrosinimmobiliare.com
Torna sopra